Satisfiction e noi

31 marzo 2016Stefano Gobbi logo

È con nostro grande piacere che, da oggi, possiamo raccontarvi un altro piccolo grande passo in avanti del progetto Scrittori di Scrittura, nato proprio per andare oltre i classici steccati: una nuova collaborazione e, al contempo, una gran bella vetrina di cui non possiamo non essere orgogliosi.

In questi giorni, infatti, all’interno di Satisfiction – la prestigiosa rivista di critica letteraria – sta nascendo una nuova rubrica dedicata al nostro progetto, che in ogni sua uscita raccoglierà estratti dai testi che lo compongono, dalle introduzioni teologiche alle rinarrazioni d’autore, rispettando l’ordine cronologico di pubblicazione editoriale.

Come da descrizione presente sul sito, Satisfiction è la prima rivista di critica letteraria che rimborsa i libri consigliati. Satisfiction è la prima rivista gratuita, ma mai scontata. Ogni giorno, da anni, propone inediti di grandi scrittori classici e contemporanei. Oltre a centinaia di recensioni, sempre aggiornate, e decine di rubriche tenute dalle maggiori firme del panorama critico e narrativo italiano.

soddisfatti

Per ritrovare la rubrica dedicata a Scrittori di Scrittura potete cliccare direttamente qui.

A noi non resta che consigliare di seguirci anche lì e ringraziare tantissimo per la loro disponibilità (e per la loro passione per la letteratura e le grandi storie) coloro che lavorano al progetto Satisfiction: l’ideatore Gian Paolo Serino (tra poco in tutte le librerie con il suo primo romanzo, Quando cadono le stelle, edito da Baldini & Castoldi), il direttore Paolo Melissi e tutti gli infaticabili redattori e autori.

Ex libraio, lettore per sempre, sotto il marchio Dinoitre (www.dinoitre.it) da diversi anni svolge attività di comunicazione e marketing culturale, curando progetti ed eventi intorno ai libri per soggetti istituzionali e privati come il Circolo dei Lettori di Torino e i Sistemi Bibliotecari della Regione Piemonte e collaborando con tutte le maggiori case editrici e moltissimi scrittori. È curatore del progetto editoriale Scrittori di Scrittura (www.scrittoridiscrittura.it). Adora tutto ciò che è minimalista, ma tende a dimenticarselo quando inizia un discorso.