Giorgia e Maddalena non creduta

24 Agosto 2019Lorenzo Cuffini

 

 

Riscritture inconsapevoli (5).

Riscritture inconsapevoli” , ovvero una  piccola raccolta estiva ed estemporanea di canzoni: scritte dai loro autori  per motivi e contesti tutti diversi, eppure in grado di rappresentare, almeno a qualche orecchio, un pezzo di Scrittura, che si riscopre lì dentro, come inconsapevolmente richiamata.

 

Maria di Magdala, con le altre donne, testimonia, non creduta dai discepoli, la Risurrezione.

Marco 16, 9-16:

“Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, il Signore Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.”

Luca 24, 9-12 :

“Tornate dal sepolcro, le donne annunciarono tutto questo agli Undici e a tutti gli altri. Erano Maria Maddalena, Giovanna e Maria madre di Giacomo. Anche le altre, che erano con loro, raccontavano queste cose agli Apostoli. Quelle parole parvero a loro come un vaneggiamento e non credevano ad esse.”

 

 

Le tasche piene di sassi

di Giorgia.

 

“Volano le libellule
Sopra gli stagni e le pozzanghere in città
Sembra che se ne freghino
Della ricchezza che ora viene e dopo va
Prendimi non mi concedere
Nessuna replica alle tue fatalità
Eccomi son tutta un fremito, ehi

Passano alcune musiche
Ma quando passano la terra tremerà
Sembrano esplosioni inutili
Ma in certi cuori qualche cosa resterà
Non si sa come si creano
Costellazioni di galassie e di energia
Giocano a dadi gli uomini
Resta sul tavolo un avanzo di magia

Sono sola stasera senza di Te
Mi hai lasciato da sola davanti al cielo
E non so leggere, vienimi a prendere
Mi riconosci ho le tasche piene di sassi

Sono sola stasera senza di Te
Mi hai lasciato da sola davanti a scuola
Mi vien da piangere
Arriva subito
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di Te

Sbocciano i fiori sbocciano
E danno tutto quel che hanno in libertà
Donano non si interessano
Di ricompense e tutto quello che verrà
Mormora la gente mormora
Falla tacere praticando l’allegria
Giocano a dadi gli uomini
Resta sul tavolo un avanzo di magia

Sono sola stasera senza di Te
Mi hai lasciato da sola davanti al cielo
E non so leggere vienimi a prendere
Mi riconosci ho un mantello fatto di stracci

Sono sola stasera senza di Te
Mi hai lasciato da sola davanti a scuola
Mi vien da piangere
Arriva subito
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di Te

Oh, sono sola stasera senza di Te
Mi hai lasciato da sola davanti al cielo
Vienimi a prendere
Mi vien da piangere
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di Te

Fonte: LyricFind

Compositori: Franco Santarnecchi / Lorenzo Cherubini

 

 

___________________________

Le tasche piene di sassi – Compositori: Franco Santarnecchi / Lorenzo Cherubini

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *